NAVE DA RICERCA "G. DALLAPORTA"
Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR)





La flotta navale del Consiglio Nazionale delle Ricerche nel maggio 2001 si è arricchita di una nuova nave, la G. Dallaporta, con l'obiettivo di intensificare l’attività di ricerca marittima nell’Adriatico e nel Mediterraneo: un vero e proprio laboratorio sul mare, dotato delle più moderne apparecchiature per lo studio della pesca marittima e delle condizioni ambientali marine, anche quelle anomale come la massiva presenza di sostanze mucillaginose o delle fioriture algali, le cui cause e conseguenze rischiano di danneggiare seriamente l’ecosistema dell’Adriatico.
Varato ad Ancona dal Direttore dell’Istituto di Ricerche sulla Pesca Marittima (IRPEM) del CNR, Prof. Antonio Artegiani, è in grado di ospitare sino a 8 membri di equipaggio e 12 ricercatori. Attrezzata con tutte le più moderne dotazioni di plancia e scientifiche: ecoscandagli di varie frequenze, ecointegratore, torsiometro, telecamera subacquea, sonda "CTD" equipaggiata di numerosi sensori per la misura dei vari parametri ambientali, "Rosette Multisempler" per il prelievo di campioni di acqua di mare a varie profondità, correntometri, verricelli per la pesca, ecc., la nave può effettuare studi avanzati nel settore della pesca scientifica e dell'ambiente marino in genere. Nei suoi ampi laboratori è possibile analizzare immediatamente i campioni biologici e di acqua di mare prelevati durante le campagne oceanografiche e di pesca. La G. Dallaporta si affianca alle navi Urania, Thetis.
Il CNR ha voluto ricordare, dedicandogli questa nuova unità di ricerca oceanografica, il dr. Gianfranco Dallaporta, per 12 anni direttore dell'Istituto per lo Studio della Dinamica delle Grandi Masse, studioso cui si deve, tra l'altro, il particolare impegno profuso in rappresentanza dell'Ente nel dibattito e nelle decisioni assunte relativamente alla salvaguardia di Venezia.

Alcune caratteristiche tecniche:

Lunghezza: 35.30 m
Larghezza: 7.65 m
Altezza: 4.10 m
Immersione media: 3.00 m
Velocità: 14 nodi
Apparato motore: 1100 CV
Stazza lorda: 285 tonnellate