Il progetto V.E.C.T.O.R. con le sue 10 linee di ricerca affidate a CoNISMa dal MIUR nel febbraio 2006 (Capo progetto il Prof. Cesare Corselli dell’Università di Milano Bicocca), studia gli impatti più significativi dei cambiamenti climatici in atto sull'ambiente marino mediterraneo e il ruolo di questo bacino nel ciclo planetario della CO2.

Con la partecipazione dei più grandi Enti di ricerca italiani quali CNR, ENEA, ICRAM, CMCC, OGS e Stazione Zoologica “Anton Dohrn”, il progetto disegnerà possibili scenari futuri di impatto sulle coste italiane.

Gli scenari proposti riguarderanno i cambiamenti nelle estensioni delle aree costiere, nella morfologia delle spiagge emerse e sommerse, nella struttura della colonna d'acqua e nelle modalità di circolazione costiera, nei trasporti litoranei, nel trasporto di aerosol dal mare all’area costiera e gli impatti relativi sulle opere e aree occupate dall’uomo sulle falde di acqua dolce delle pianure costiere.

A questi scenari in alcune aree verranno associati quelli legati ai cambiamenti negli ecosistemi (bentonici e pelagici) lagunari e marini in termini di diversità biologica, produttività, distribuzione di specie invasive e di specie commercialmente importanti.

I rischi connessi agli scenari proposti saranno focalizzati sulla ricaduta del cambiamento climatico sulla biodiversità delle aree costiere anche da un punto di vista socio-economico e delle ripercussioni sull’industria turistica, sull’agricoltura, sulla pesca e l'allevamento.

V.E.C.T.O.R. Presentazione icona pdf